Le poesie di Torino Spiritualità 2014

Durante gli incontri del 26 e 27 settembre 2014  intitolati: Dal maestro di poesia vai con una poesia, dal maestro di spada vai con una spada e organizzati dall’associazione Zen Rinzai Hokuzenko, Nicola Bianco ha introdotto storicamente il rapporto tra le arti marziali e la poesia nel Giappone medievale: la soggettività si esprime liberamente e agisce in tutte le differenti situazioni. Dopo le dimostrazioni di kendo, iaido e aikido con la spada, i numerosi partecipanti sono stati invitati a cimentarsi con la composizione di poesie in versi liberi o in forma di haiku (composti da tre versi di 5 – 7 – 5 sillabe) sotto la guida di Mario Nanmon Fatibene.

Potete leggere alcuni degli ottimi risultati ottenuti.
Le poesie sono state trascritte in ordine casuale.

POESIE IN VERSI LIBERI

Sento tutto
Ma perdo ogni sensazione.
L’illusione vince ancora       Emilio

Silenzio dei fiori,
parole degli
uomini.   Elena

Le prime foglie,
Cadendo,
Tagliano raggi di sole.  Emilio

La cascata scende giù,
Cade anche un sasso.
Mi ha preso in testa.   Mario

Un pannello giallo
Brilla sotto una luce bianca.
Arriva l’onda
Non respiro nel mare.
Il piede tocca la terra
La pace tocca l’anima    Laura

Uno sguardo
E non eri più lì.   Elena

Scende la spada
Cade la foglia.   Paola

Penna bloccata
Come il pensiero.
Mi vengono in mente
Tartarughe.   Gabriella

Scende la spada affilata
Il taglio è preciso,
Cade un fiore, una testa.   Chiao Chu

Nascosto alla vista,
Il fiore giallo
Mi guarda.     Elena

Urla tagliano i neon
Danzano sul prato di plastica
Ed io rido.   Igor

Sono attento.
Distratto.
Mi stanno chiamando.   Emilio

La penna non scrive più.
Dammi l’inchiostro
E anche un pennello.   Mario

Il mare è calmo,
Il pesce è felice,
Il pescatore pure.   Alfio

La sera, in autunno
Si coprono d’ombra
Le pietre.    Agnese

La luce è giusta
Lo sguardo è lontano.   Alfio

Il canto:
Suono che esce
Ma poi resta.   Enrica

Panni stesi al sole.
L’ultimo breve calore
Di questa stagione finita.   Valentina

Parole mie
Uscite di casa
Nella notte.    Paola

Un pensiero fugge via
Come l’uccello nell’albero d’autunno
E la foglia che cade.   Valentina

 Suono leggero.
Il silenzio si diffonde.   Agnese

Il dentista rude
L’acqua schizza.
Conto salato.   Barbara

Cerco di muovere le ali
E cado nella polvere.
Dimentico di averle,
e sto già volando.   Enrico B.

 

Le prime foglie
Tagliano raggi di sole,
cadendo.    Emilio

 Sfera rotonda
Contieni il mistero
Che conoscerò.   Claudia

Sei il mio sale
O il sole brucianti
Un solo soffio.   Mauro

Morsi di neve.
Freddo dolore mi
Fa assopire.   Claudia

Chiudo gli occhi
La nebbia avvolge l’universo
Ed io vedo.   Chiara

Sento tutto, ma
Perdo ogni sensazione.
L’illusione vince.  Chiara

Tutti i colori
caduti nello sguardo
dell’autunno.   Paola

Crepa sul muro.
Fitte rughe sul viso.
Tutto è perfetto.  Ang

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *