3

2Scan10023Il kendo è la “via della spada”, arte marziale tradizionale giapponese. Deriva dall’antica pratica della spada dei samurai e ne conserva i valori nell’ambito di una via di crescita interiore. E’ strettamente legato allo zen. E’ considerata come la più nobile delle arti marziali per il prestigio che la spada ha ancora oggi nella storia e nella cultura del Sol Levante.
Si indossa la divisa, composta da una giacca (gi) e da un pantalone (hakama).
Si pratica con un bastone di bambù (shinai), portando i colpi in punti protetti da una armatura (bogu).
L’azione energica e dinamica è accompagnata da un forte urlo (kiai) che proietta l’energia (ki) oltre l’avversario. I kata (forme) da eseguire con il bokken (spada di legno) senza armatura completano la pratica.
E’ adatto a tutti, bambini e adulti.
Prevede una parte agonistica, esami, stages con maestri e delegazioni straniere, eventi federali e privati.
In Giappone è praticato da milioni di persone, a cominciare dalle scuole elementari fino all’università e dagli agenti di polizia.

Il docente
Gabriele Simonelli, 5° dan kendo, 3° dan iaido
Praticante di kendo dal 1991 e di iaido dal 1997. Istruttore federale CIK (Confederazione Italiana Kendo) dal 2003.
Ha praticato sotto l’insegnamento di maestri italiani e giapponesi, che spesso vengono in Italia per stages e sessioni d’esame e contribuiscono a mantenere forti i legami con la pratica tradizionale e alto il livello dell’insegnamento.
É praticante zen Rinzai allievo di Engaku Taino, fondatore del monastero di Scaramuccia (Orvieto), da cui ha ricevuto il nome da monaco Ganto.
E’ in progettazione un nuovo corso a Torino (in palestra e orari da definire) non appena sarà raggiunto un numero minimo di persone interessate a iniziare la pratica.
Contatti
Gabriele Simonelli
Cell. 349 0065211
Email: marrackesh@msn.com

 

 

 I quattro voti dell’assoluto
– Per salvare tutti gli esseri,
– Per estirpare tutte le brame,
– Per comprendere tutte le leggi,
– Per realizzare l’illuminazione

Gli otto voti del sociale
Faccio voto di impegnarmi:
Per l’accettazione,
Per la solidarietà,
Per la sincerità,
Per l’uguaglianza,
Per la parità fra i sessi,
Per la libertà,
Per la benevolenza,
Per il rispetto di ogni esistenza.