Torino Spiritualità 2015

banner2015L’impasto umano: fatti di terra guardiamo le stelle

Biblioteca Ginzburg,  via Lombroso, 16

Sabato 26 settembre 2015 ore 18.00 – 20.00   sala conferenze
Un atteggiamento speciale: dialogo in libertà tra un matematico e un maestro zen
Introducono il tema Anna Banho Capietto, docente di matematica all’Università di Torino e monaca Zen dell’Hokuzenko e Mario Nanmon Fatibene, maestro zen Rinzai.

Domenica 27 settembre 2015 ore 10 – 12   all’aperto – prato
Meditazione dinamica: il Tai Chi Chuan
Stage con Concy Kootei Schiavo dell’Associazione Hokuzenko

Domenica 27 settembre 2015 ore 17.00 – 18.30   sala conferenze
Un arco teso tra terra e cielo: la Via del Kyudo a cura di Andrea Pagnone e dell’Associazione Kyudo di Casalborgone in collaborazione con l’Associazione Hokuzenko

Domenica 27 settembre 2015 ore 20,30   sala conferenze e all’aperto – prato
Non di solo pane: il cibo nella tradizione buddhista
dialogo conviviale e letture con
Francesco Puleo
del Centro Milarepa,
Angela Crosta
dell’Associazione Hokuzenko
rev. Elena Seishin Viviani
de Il cerchio vuoto

—————————

Eventi nella sede di HOKUZENKO

Sabato 26 settembre 2015 ore 10  – Via San Donato 79/C
Laboratorio di meditazione con dialogo aperto sui koan
Caratteristica della scuola Rinzai è l’utilizzo dei koan. Brevi paradossi posti in forma di domanda, affermazione o dialogo, i koan sono strumenti per oltrepassare la dualità del pensiero e risvegliare la capacità di essere nel relativo come nell’assoluto, in ogni istante della vita. Sarà servito il tè agli ospiti.

Sabato 26 settembre 2015 ore 11  – Via San Donato 79/C
Il cibo e il Buddhismo
Il rapporto tra il cibo e il Dharma nel corso di 2500 anni e nel passaggio dall’India alla Cina e al Giappone. Incontro con Angela Crosta, autrice di testi sul Dharma.

Domenica 27 settembre 2015 ore 10 –  Via San Donato 79/C
Laboratorio di meditazione e koan
Domande e risposte con il maestro Mario Nanmon Fatibene. Sarà servito il tè agli ospiti.

Domenica 27 settembre 2015 ore 11 –  Via San Donato 79/C
Dove si incontrano zen e funambolismo
con Andrea Loreni

Domenica 27 settembre 2015 ore 22 (termine ore 06 di lunedì) –  Via  San Donato 79/C
Zazen, l’alba della Grande luna piena d’autunno
Incontro di meditazione

****************************************

Il tema di quest’anno era “l’impasto umano”: chi mai vorrebbe sentirsi definire impasto? Chi ha voglia di mettere in discussione l’immagine compatta e levigata che ha di sé? Eppure proprio la pertinenza dell’osservazione, il suo essere cosi istintivamente condivisibile, ha persuaso gli organizzatori che valesse la pena continuare a riflettere sull’idea che passava per la mente.
Parlare dell’essere umano come di un’impasto,  oltre a rinviare alla biblica argilla, plasmata da mani divine, risponde al desiderio di intaccare la nostra presunzione di compiutezza.
Nulla al mondo ha un unico lato, tutto è fatto di chiaroscuri e contrasti, e allo stesso tempo bisogna riconoscere che anche l’uomo  è una complicata, movimentata mescolanza di terra e cielo.
Nella sede del nostro dojo abbiamo discusso di questo tema e, dopo la meraviglia iniziale, ci siamo messo subito al lavoro. Con diverse riunioni avute nel corso dell’anno con gli altri centri buddhisti iscritti all’UBI, abbiamo poi iniziato il lavoro organizzativo, impegnando i praticanti dei vari centri a promuovere attività ed eventi che dessero l’idea cui il titolo di quest’anno di To-Spi  faceva riferimento.
Abbiamo lavorato bene e per ciò che riguarda il nostro dojo abbiamo concordato diversi eventi da proporre. Sabato 26 settembre nella sala conferenze della biblioteca Ginzburg, Mario Nan Mon e Anna Banho  Capietto hanno programmato l’evento “Un atteggiamento speciale, dialogo in libertà tra un matematico e un maestro zen” che è stato impostato dai due dialoganti come tavola rotonda con cui confrontarsi anche con il pubblico presente e molto interessato ai temi proposti. Si è partiti da una parola, “dubbio”, e da lì sono  partiti i vari spunti individuali.
Nella sede di Hokuzenko sono stati portati diversi eventi inerenti la pratica zen e lo specifico argomento della nostra scuola del monastero zen Rinzai di Scaramuccia, ossia i koan.
Un laboratorio di meditazione con dialogo aperto sui koan  su cui Mario Nanmon  e i numerosi (circa 25 persone) presenti hanno tenuto alto l’interesse per questo argomento.
A seguire “Il cibo e il Buddhismo “, il rapporto tra il cibo e il Dharma nel corso di 2500 anni e nel passaggio dalla’India alla Cina e al Giappone. Incontro tenuto da Angela Crosta, autrice di testi sul Dharma e praticante del dojo Hokuzenko.
Domenica 27 alla biblioteca Ginzburg era stato invitato dal nostro centro anche un gruppo esterno che pratica il Kyudo, l’antica arte di tirare con l’arco asimmetrico, tipico di alcune scuole di arti giapponesi . Un accenno alla storia di questa Via e una lezione sulla fabbricazione di arco e frecce seguita da filmati e fotografie sono stati gli interessanti spunti per domande sul perché iniziare una pratica come questa.
La storia su come è nato questo gruppo e il dojo battezzato dal maestro Satoshi Sagino Shinan col nome Muyoshingetsu, ha creato ulteriore curiosità fra i presenti invitati a provare nel dojo di Casalborgone appena fuori Torino fra le colline piemontesi.
Ancora fra gli eventi da noi proposti e da me come HOKUZENKO e monaco del monastero Zen Rinzai di Scaramuccia, c’è stato quello sulle arti marziali e, dopo gli ottimi riscontri avuti lo scorso anno con Gabriele e Fabrizio con il Kendo, lo Iaido e l’Aikido, questo’anno  abbiamo proposto il Taijiquan forma Yang 108 intesa come meditazione dinamica da alternare allo zazen .
L’evento, svoltosi nel cortile della biblioteca Ginzburg su un prato sintetico idoneo, ha richiamato oltre 40 persone, che dopo una prima parte dedicata alla storia e ai benefici di questa pratica , ha iniziato a svolgere la forma e a trasformare il tutto in un’onda unica che si muoveva lenta tra terra e cielo.
Mario Nanmon ha partecipato, alla biblioteca Ginzburg, ad una tavola rotonda su: Il buddhismo oggi: cultura del risveglio o religione? e Angela, insieme con esponenti del Centro Milarepa e del Cerchio Vuoto, di tradizione soto, ha concluso domenica sera gli eventi promossi dai centri buddhisti per Torino Spiritualità di quest’anno con un incontro che aveva per tema il cibo nella tradizione buddhista.
Mario Nan  Mon ha replicato domenica l’incontro su meditazione e koan nella nostra sede e poi Andrea Loreni  ha condotto l’evento  “Zen e funambolismo”, cui hanno partecipato parecchie persone. Ha parlato  delle affinità tra essere sospeso su una corda d’acciaio a molti metri di altezza ed essere sospeso tra la mente e il respiro. Ha raccontato del suo viaggio in Giappone e della pratica col maestro Harada  nel monastero di Sogenji ad Okayama.
Stiamo pensando per il prossimo anno di proporre eventi di altri centri cittadini della tradizione Rinzai legati a monastero Zenshjinji di Scaramuccia, portando nuove iniziative che i monaci del monastero svolgono nei loro centri di città, dallo shiatsu allo yoga ai massaggi ad altre forme anche di ricamo-cucito, o semplicemente dialoghi e conferenze inerenti lo zen e la pratica della meditazione.

A mani unite
Concy Kootei Schiavo

TOSPI2015Concytaichi2TOSPI2015 Concy-taichi1TOSPI2015-kyudo-archi1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *